RADIOCLUBTIGULLIO

Si precisa che è previsto come nome utente il solo NOMINATIVO RADIOAMATORIALE ,CB , SWL ( IW...IK...IZ...ECC.) e non il proprio nome di battesimo.
Il nome di battesimo è richiesto in altro campo.Si prega di mettere una foto nel proprio profilo e di tenerlo aggiornato .
Grazie.IZ1WIY

RADIOCLUBTIGULLIO - Home

Forum del radioclubtigullio

PER POTERE VEDERE TUTTE LE SEZIONI DEL FORUM BISOGNA REGISTRARSI.
SOLO LA SEZIONE OFF TOPIC E MERCATINO, E' APERTA A TUTTI
Si prega i nuovi utenti registrati di andare nella sezione presentazioni nuovi iscritti e presentarsi agli altri.
Si prega di mettere una foto nell'avatar del proprio profilo e completare il profilo con i dati mancanti . Grazie iz1wiy
Si ricorda che nel proprio profilo si può fare, accettare o rifiutare le richieste
di amicizia per cui vi consiglio di controllare il vostro profilo. 73 de iz1wiy

REGOLAMENTO ROOM RCT TIGULLIO

IL NETWORK LIGURE IN C4FM
IR1UEK - Sestri Levante
QRG: 430.162,5
C4FM
Immagine
IR1UEJ - Monte Leco
QRG: 430.600
C4FM
Benvenuti nella Room del Radio Club Tigullio...!
Questa Room è implementata al 100% in ambiente Yaesu C4FM Fusion System ed il Radio Club Tigullio (di seguito indicato RCT) ne è pienamente titolare sia per gli aspetti tecnico/concettuali che per il possesso delle apparecchiature che la compongono e per le autorizzazioni ministeriali di legge.
Modifiche e/o scelte/decisioni/azioni inerenti l’esercizio del sistema o il suo impiego verranno prese/attuate da RCT a suo insindacabile giudizio in qualsiasi momento e senza preavviso all’utenza.
Il sistema è composto da 2 ripetitori Yaesu DR1, 2 nodi Wires-X con interfaccia HRI-200 ed una “room” denominata --RCT-TIGULLIO— caratterizzata sulla rete Wires-X Yaesu col numero 27436.
Questo sistema ha l’obiettivo di mettere in comunicazione il ripetitore digitale installato sulle alture di Moneglia/Sestri Levante (IR1UEK) con l’analogo installato sulle alture di Busalla (IR1UEJ) attraverso una “room” Wires-X di collegamento.
Il sistema funziona solo in modalità digitale C4FM Yaesu Fusion System.
In caso di emergenza potrebbe essere commutato in analogico.
Questa architettura permette a chi si trova sotto la copertura radio di uno dei 2 ripetitori menzionati di fare QSO sia con chi si trova in copertura di quel ripetitore ma anche con chi si trova sotto la copertura dell’altro ripetitore.
Stante l’ubicazione degli apparati possiamo affermare che questo sistema consente comunicazioni radio digitali fra il basso piemonte/bassa lombardia, entroterra genovese e buona parte della riviera ligure.

Regole operative:
1) l’accesso al sistema sarà consentito solo se la propria radio è stata configurata con il proprio nominativo (es IZ1XXX o nel formato IZ1XXX-991 se si intende indicare anche il modello di radio in uso)
2) all’ingresso nel sistema prima di iniziare a chiamare attendere sempre una decina di secondi per assicurarsi di non disturbare eventuali QSO in corso.
3) fra un passaggio e l’altro lasciare sempre 5-6 secondi di spazio per consentire ai nodi collegati alla stanza di effettuare le commutazioni necessarie e per permettere ad altri colleghi di presentarsi.
4) mantenere costantemente un comportamento civile educato e corretto ed estremamente rispettoso delle esigenze e delle aspettative dei frequentatori durante l’utilizzo del sistema
5) non è consentito, in nessun caso, linkare nodi o ripetitori nella Room nè tantomeno sistemi che traslino in Echolink il traffico della Room, se non dietro esplicito assenso di RCT (AD ES. EMERGENZA...)
6) evitare di “monopolizzare” il sistema tenendolo occupato per tempi troppo lunghi ad esempio 20 min max.
7) non è consentito inserire stazioni beacon.

L’inosservanza di una qualsiasi delle regole indicate comporterà in prima battuta un richiamo all’interessato (via voce o e-mail) da parte di RCT e nel caso perdurasse l’inosservanza il nominativo verrà messo nella black list del sistema e di conseguenza quel nominativo (e la/le sue radio) non potrà più accedere al sistema per un periodo temporale ritenuto congruo da RCT...!
Qualora queste azioni non dovessero dimostrarsi sufficienti a ricondurre il soggetto all’osservanza di dette regole, o peggio se l’interessato dovesse disturbare con i propri comportamenti la quiete del sistema, RCT provvederà a formalizzare opportuna segnalazione al Ministero senza fornire alcuna informazione all’inosservante.

Quanto sopra come da apposita deliberazione del C.D. del Radio Club Tigullio del 24 FEB 2016

Florenz Ham Festival



Progetto Intercomunale Radiocomunicazioni in Emergenza

News
18/10 19:38:iz1wiy:

PROGETTO INTERCOMUNALE RADIOCOMUNICAZIONI IN EMERGENZA


RADIO CLUB TIGULLIOGRUPPO VOLONTARIATO PROTEZIONE CIVILE
Progetto Intercomunale Radiocomunicazioni in Emergenza
Premessa:
Il presente progetto prende spunto dall’esperienza maturata negli anni dai nostri soci nel campo delle radio comunicazioni sia come radioamatori che come tecnici. All'insorgere di una situazione di emergenza, le telecomunicazioni assumono un ruolo fondamentale. Spesso, nella zona colpita da eventi calamitosi di una certa gravità vengono meno i tradizionali canali di comunicazione come rete telefonica pubblica, rete telefonia cellulare, internet ecc., ciò ostacola gravemente quella che forse è la fase più delicata dell’intervento di soccorso e cioè l’accertamento del tipo di sinistro, della sua gravità e del suo ambito territoriale. In questa prima fase è chiaro che, quanto più precisa e tempestiva sarà la segnalazione, tanto più efficace sarà l'intervento dei soccorsi. Da questo momento in poi, l'importanza delle radiocomunicazioni cresce in modo proporzionale all'entità dell'evento ed all'estensione dell'area colpita. Le telecomunicazioni alternative hanno inoltre una grande importanza nella prevenzione, permettendo di individuare sul territorio quelle zone esposte a rischi di grado elevato e di preparare una mappa di punti strategici utili all'eventuale installazione di ponti ripetitori mobili. Grande rilievo assumono pertanto nella gestione dell’evento le radiocomunicazioni in emergenza, di solito gestite da Associazioni specializzate (vedi Radio Club Tigullio) che assicurano il flusso informativo e consentono di ovviare alle interruzioni nei normali mezzi di comunicazione, molto frequenti appunto, come conseguenza al verificarsi di grosse calamità.
A tal proposito si desidera ricordare la composizione di una struttura radio di emergenza:
Comunicazioni a livello Provinciale e Regionale:
CCS (Centro Coordinamento Soccorsi)
Sala Operativa: ( Presso la Prefettura )
COM (Centro Operativo Misto)
Comunicazioni a livello locale:
COC (Centro Operativo Comunale)
Unità Operative sul territorio
Ed è proprio presso quest’ultima rete radio cioè quella a livello locale (COC- Unità Operative sul territorio) che si concentreranno prevalentemente le attività della Nostra Associazione.
Oggetto del progetto :
Creazione di una struttura intercomunale per le comunicazioni, in grado di svolgere una duplice funzione:
1) essere operativa nel più breve tempo possibile in caso di emergenze e calamità naturali derivanti da alluvioni, terremoti, incendi, ricerca di persone disperse ecc.;
2) di impiego più generico in ambito locale in caso di particolari esigenze e richieste da parte di Enti e Istituzioni competenti per territorio.
Scopo del progetto:
L’allestimento e l’attivazione di una rete radio che possa costituire un vero e proprio tessuto connettivo atto a consentire collegamenti diretti e immediati fra la sala radio COC ed i nostri operatori dotati di stazioni radiomobili e apparati portatili dislocati sul territorio colpito in supporto ai gruppi di intervento per la gestione delle emergenze.
I vantaggi del progetto sarebbero evidenti:
1) Definire e standardizzare metodologie operative, ottenendone come riflesso il miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia sugli interventi, eliminando o comunque riducendo l’uso della pratica dell’improvvisazione.
2) Creare un flusso informativo contenente dati e rilevamenti effettuati in luoghi ed in tempi diversi avvalendosi anche dell’esperienza proveniente dalle varie esercitazioni effettuate sul territorio.
In questo modo, si dedurranno valori statistici in grado di suggerire l’ottimizzazione per l’utilizzo di risorse tecniche e operatori, con ovvie positive ripercussioni sul settore logistico.
Attuazione del Progetto
Si sottolinea che attraverso i suoi associati, fra i quali un cospicuo numero è in possesso dei requisiti richiesti per effettuare collegamenti su una vasta gamma di frequenze, ovvero titolari di Patente di Operatore di Stazione di Radioamatore e relativa Licenza Ministeriale, il Radio Club Tigullio si occupa esclusivamente di comunicazioni radio e si sente particolarmente motivato al fine della realizzazione del progetto allo scopo di fornire un efficace supporto alle Amministrazioni competenti sul territorio durante la gestione delle emergenze.
Gestione ed uso delle frequenze radio
Le trasmissioni radio saranno effettuate esclusivamente su frequenze assegnate ai Radioamatori o di libero uso e possono svolgersi in diretta o con l’ausilio di ponti radio.
Ponti ripetitori
Per assicurare la copertura radio del territorio anche in condizioni disagiate, il Radio Club Tigullio si avvale del supporto tecnico di ponti radio ripetitori, installati in posizioni strategiche sulle alture dell’appennino ligure e di ponte mobile che a seconda delle esigenze operative sarà di volta in volta opportunamente posizionato in relazione all’area colpita, apparati che peraltro sono in grado di assicurare il funzionamento anche in caso di black-out delle linee elettriche di alimentazione operando in completa autonomia mediante l’ausilio di batterie “tampone”.
In caso di necessità i suddetti apparati possono essere “linkati” (collegati tra loro) con altri presenti sul territorio (sempre installati e gestiti dal Radio Club Tigullio) creando una rete radio di livello interregionale.
Gamme di frequenze utilizzate:
Durante tutta la durata delle operazioni in emergenza nella sala radio, allestita presso la sede del Radio Club Tigullio, saranno utilizzate frequenze radioamatoriali HF (da 1,5 a 30 MHz su varie bande), VHF (144 MHz), UHF (435 MHz) (per le quali è richiesta la patente di radio operatore) nonché CB (27 MHz), LPD (433 MHz), PMR (446 MHz).
Le frequenze per le comunicazioni in “diretta” o in isofrequenza (ovvero senza l’uso di ponti ripetitori) tra la sala radio e gli operatori dislocati sul territorio sono le seguenti:
• VHF 145.362,5 MHz (isofrequenza)
• UHF 433.450 MHz (canale 16 LPD)
• UHF 446.09375 MHz (canale 8 PMR)
• CB 27.405 MHz (canale 40 AM)
I ponti ripetitori utilizzati per le comunicazioni principali e i collegamenti con la sala radio dellaPrefettura (CCS) sono invece i seguenti:
• RU14a Monte San Nicolao (Deiva Marina) 430.362,5 shift + 5 MHz, tono 110.9
• RU24 Monte San Rocco (Casarza Ligure) 430.600 shift + 5 MHz, tono 110.9
• RU7a Monte Portofino (Portofino) 430.187,5 shift + 5 MHz, tono 110.9
• RU6a Masso (Casarza Ligure) 430.162.5 shift + 5 MHz, tono 110.9
In base alle esigenze operative o in caso di non ottimale qualità delle comunicazioni la sala radio potrà attivare altre frequenze che comunicherà agli operatori al momento della mobilitazione o durante la gestione dell’emergenza stessa.
Installazione e manutenzione a cura dell’Associazione Radio Club Tigullio.
Considerazioni finali:
In questo contesto l’Associazione Radio Club Tigullio si impegna attivamente per ricercare in loco e formare con specifici corsi nuovi operatori (al termine dei quali i candidati saranno indirizzati presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico per sostenere l’esame Ministeriale), al fine di incrementarne il numero e renderli potenzialmente disponibili, con l’obiettivo di migliorare i tempi di allertamento.
Il completamento alla realizzazione del presente progetto sarà la redazione del Piano Operativo, parte integrante dello stesso, atto a standardizzare e uniformare le procedure attuative di intervento, indirizzato esclusivamente agli operatori impegnati nell’emergenza.
Casarza Ligure, lì 17 Aprile 2013
p.il Consiglio Direttivo RADIO CLUB TIGULLIO
Consigliere RCT
Alessandro Nicora, IZ1ULN
.


5^ MULA Trial a Casarza Ligure


IMPORTANTE

News
07/04 15:38:iz1wiy:

CIO' CHE SI PREFIGGE IL FORUM


Questo forum creato da iz1wiy, Roberto , si prefigge di mettere in contatto i radioamatori e gli SWL che intendono scambiare tra di loro messaggi tecnici relativi al loro hobby e/o dare loro la possibilità di poter effettuare operazioni di "compra-vendita " (ricetrasmettitori, antenne ed accessori e comunque solo materiale radioamatoriale). A tal proposito si escludono le attività commerciali. PER LA REGISTRAZIONE AL FORUM SI RICHIEDE CHE L'ISCRIZIONE AVVENGA UTILIZZANDO COME nome utente NOMINATIVO RADIOAMATORIALE (IK-IZ-IW ecc..) O DA SWL O SIGLA CB.E' OBBLIGATORIO METERE LA PROPRIA FOTO NELL'AVATAR. Tutte le iscrizioni non recanti tali requisiti (dopo avviso via mail) saranno bocciate. IL NOME DI BATTESIMO E' RICHIESTO IN ALTRO CAMPO (tra l'altro non obbligatorio). Gli Amministratori e/o i Moderatori non interverranno in nessun caso in eventi scaturiti da compravendite né esprimeranno giudizi o commenti sugli scambi o sulle vendite che avvengono espressamente tra privati. E’ facoltà di ogni Membro segnalare Utenti per comportamenti scorretti o non conformi alle regole di questo Forum (inviare un messaggio personale agli Amministratori e/o Moderatori). La gestione del sito non risponde della serietà dei singoli utenti, né tantomeno della terminologia usata, in quanto il controllo dei messaggi avviene successivamente alla pubblicazione. Si riserva comunque di espellere chiunque infranga le normali norme elementari di buona educazione e di correttezza.Il forum radioclubtigullio è nato con l'intenzione di unire i radioamatori e non altrimenti. Per tale motivo non è consentito offendere nessuno o fare commenti strettamente personali su associazioni radioamatoriali di qualsiasi genere né tantomeno utilizzarlo per esprimere o condividere posizioni politiche di ogni genere. Il Forum è l’ambiente ideale per i radioamatori che hanno solo la voglia di fare Radio. La registrazione al Forum comporta l'accettazione ed il rispetto di quanto sopra menzionato pena la cancellazione e/o il blocco totale dell’Utente.

 
 

Frequenze Monitor

qrz.com

QRZ callsign lookup:
Callsign lookups provided by qrz.com

Aiutaci a migliorare il forum

Se vuoi supportare il FORUM RADIOCLUBTIGULLIO clicca sul bottone Fai una Donazione qui sotto

ShinyStat

Orologio mondiale

Forum Sito RCT QRZ.com Ecolink status elettronica gm Air-Radio Moneglia

Previsioni Meteo

Meteo Moneglia

Sponsor RCT

SPONSOR DEL RADIO CLUB TIGULLIO

Psktrentunisti

Mercatini Online

EQSL

Enter your callsign to see if you have an eQSL waiting!

Parole chiave

foto  

La data/ora di oggi è Gio 1 Set 2016 - 5:32